I nostri metodi

I nostri metodi : 


In riferimento alla Raccomandazione  Europea del 23 aprile 2008 in merito alla definizione del processo di apprendimento, conoscere non è un processo meccanico, ma la scoperta di qualcosa che entra nell’orizzonte sensoriale della persona che “vede”, si “accorge”, “prova” e “verifica” per capire. Le parole chiave sono quindi “sperimentazione” e “autonomia”.

Conoscenze. Sono il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Esse sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.

Abilità. Esse indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare il know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Le abilità sono descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti).

Competenze. Esse indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia

Nell’era contemporanea , siamo bombardati da conoscenze di ogni tipo che riguardano tantissimi settori, compresi quelli di nostro interesse per il quale ci siamo formati e qualificati. Quello che manca a livello formativo è lo step fondamentale , ossia, quel passaggio che permette di trasformare il “SAPERE”  assimilato in contesti scolastici, universitari o di formazione professionale,  in “SAPER FARE” ossia in abilità/capacità concrete di applicare la conoscenza che con l’esperienza diventerà “SAPERE ESSERE” ossia una comprovata competenza che ci permetterà  di acquisire una certa rilevanza professionale e di conseguenza accrescere in termini economici la nostra  realtà (lavorativa o aziendale). 

Ecco perché in DNA crediamo molto nell'imparare facendo. 

Il Learning and development model meglio conosciuto come il 70:20:10 Model, basato su ricerche ed osservazioni fatte dagli anni “60 ad oggi ci dice che lo sviluppo generalmente inizia con l’identificazione di bisogni presenti e futuri e la motivazione nel fare qualcosa per raggiungere questo obbiettivo che ci si è prefissati. Tutto ciò potrebbe scaturire da feedbacks, errori, guardando le reazioni di altre persone, il non essere piu in grado di compiere determinate mansioni, in poche parole dall’esperienza.

In questo processo di sviluppo secondo questo modello, l’apprendimento avverrà :

  • 70% da on-the-job experience, cioè dal lavoro sul terreno lavorando su "tasks" e problemi.
  • 20% da feedbacks e dall'osservazione degli altri
  • 10% da corsi o letture

In DNA  crediamo molto nella pratica per riuscire nel proprio sviluppo, quindi la nostra pedagogia è molto incentrata intorno ad attività pratiche.

Dei metodi pedagogici originali e proattivi  :

  • Gran parte del tempo passato sulla pratica a fare esercizi e case studies.
  • Una pedagogia partecipativa ludica e pertinente che si apre su una attività di scoperta e si conclude con l’apporto di un piano di azione individuale.
  • Valutazione delle competenze acquisite.
  • Il rilascio di tool pratici per iniziare a lavorare dall’indomani.
  • Delle sessioni di lavoro  partecipative pratiche e personalizzate.

Le nostre formazioni sono studiate per darvi non solo elementi teorici ma immergervi immediatamente in situazioni reali per imparare facendo !

 

Per maggiori informazioni : dnainformazioni@gmail.com


 

Torna all'inizio